maggio 13, 2006

Stati del mondo: 80. Haiti.

16: Barbados ↔ 18: Belize
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z

• Confini: occupa la parte occidentale dell’Isola di Hispaniola nel Mar delle Antille e confina a E con la Repubblica Dominicana.
• Il territorio ha una superficie di 27.700 kmq e una popolazione di 7.929.048 abitanti censiti nel 2003 e di 9.300.000 stimati nel 2008 con una densità di 336 ab./kmq. La capitale Port-au-Prince conta 703.023 abitanti nel 2007. Con l’agglomerato urbano: 2.002.000 ab. nel 2007.
• Il territorio è montuoso. Le coste sono articolate, alte e rocciose. Il clima è caldo umido, temperato dall’altitudine.
• Membro di: OAS, ONU e WTO, Associato UE.
- Banque de la République d’Haïti.

Vers. 1.0/15.4.10
Precedente/Successivo
a b c d e f g h i k l m n o p q r s t u v y z
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Note storiche. – 3. Economia. – 4. Difesa. – 5. Giustizia. – 6. Popolazione. –

1. Parametri principali. – È una repubblica. Il 20 marzo 1987 è stata approvata con referendum una nuova costituzione che ha istituito una repubblica presidenziale. Il 15 aprile 1994 vi è stato un intervento militare degli USA con mandato ONU in base al quale si sarebbe dovuto ripristinare il processo di democratizzazione. Il Presidente della Repubblica, che è anche capo del governo, è eletto a suffragio universale con mandato di 5 anni; il potere legislativo è esercitato dal Parlamento bicamerale (Camera dei deputati di 99 membri e Senato di 30 membri).

2. Note storiche. – Ex colonia francese, Haiti è stato il primo paese dell’America a ottenere l’indipendenza nel 1804. Gli USA occuparono militarmente l’isola dal 1915 al 1934, mantenendole il controllo anche nel secondo dopoguerra. Nel 1957 è iniziata la feroce dittatura della famiglia Duvalier, rovesciata da una rivolta popolare nel 1986.

3. Economia. – Haiti è il paese più povero dell’area caraibica e dipende dagli aiuti internazioni per il fabbisogno alimentare ed energetico. L’agricoltura risente della poverta dei suoli, dei frequenti uragani, in ultimo da un devastante terremoto, dalla mancanza di irrigazione. Nei terreni più ferti si coltivano prodotti destinati all’esportazione, soprattutto caffè, banane, sisal e cotone.

4. Difesa. – Le forze armate, coinvolte nelle sommosse, sono state sostituite da una forza di pubblica sicurezza di 4.000 effettivi.

5. Giustizia. – Non è in vigore la pena di morte.

6. Popolazione. – Sono ingenti i flussi migratori verso USA, Canada, Cuba e Rep. Dominicana, dove i profyghi haitiani sono 600.000. I gruppi etnici sono composti per il 94% da neri, per il 5% da mulatti. Si parla il creolo e il francese.

Torna al Sommario.

Nessun commento: