febbraio 19, 2011

Stati del mondo: 174. Tanzania

16: Barbados ↔ 18: Belize
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z

• Confini: a N con l’Uganda e il Kenya, a S con il Mozambico, il Malawi e la Zambia, a NW con Burundi e Ruanda e a W con la Repubblica Democratica del Congo. A E si affaccia all’Oceano Indiano, dove si trovano le isole di Zanzibar, Pemba e Mafia.
• Il territorio ha una superficie di kmq 945.090 e una popolazione di 34.569.232 abitanti censiti nel 2002 e di 43.739.100 stimati nel 2009 con una densità di 46 ab./kmq. La capitale Doloma conta 1.83.000 abitanti nel 2007.
• Il territorio è costituito da alteterre che a W scendono ripide nella grande fossa tettonica africana occupata in gran parte dai bacini dei laghi Malawi e Tanganica, mentre a E digradano più dolcemente verso la costa. A N il territorio è caratterizzato dall’immensa conca del lago Vittoria. Vi sono imponenti apparati vulcanici: Kilimangiaro, Meru, Ngorongoro e Rungwa.
• Membro di: Commonwealth, EAC, ONU, SADC, UA e WTO, associato UE.
- National Bureau of Statistics.
- Utenti internet: 15,5 ogni 1000 abitanti.

Vers. 1.0/17.2.11
169: Taiwan ↔ 171: Thailandia
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Note storiche. – 3. Economia e risorse. – 4. Popolazione. – 5. Sistema e apparato giudiziario. – 6. Difesa e Forze Armate. –

1. Parametri principali. – È una repubblica con presidente Jakata Kikwete (CCM), eletto il 18 dicembre 2005 e Mizenga Pinda (CCM) in carica dall’8 febbraio 2008. Il Presidente della Repubblica che ha ampi poteri di governo è eletto a suffragio diretto con mandato di 5 anni. Le isole di Zanzibar e Pemba sono dotate di larga autonomia e dispongono di un proprio ordinamento con un Presidente e una Camera dei rappresentanti.

2. Note storiche. – La Repubblica Unita di Tanzania è nata il 25 aprile 1964 dall’Unione del Tanganica e di Zanzibar.

3. Economia. – Nonostante la crisi internazionale, il paese mantiene un tasso di crescita positivo. L’agricoltura impega la maggior parte della popolazione attiva. I terreni migliori sono destinati alle colture per l’esportazione. Il caffè prospera sulle falde del Kilimangiaro. e nella zona di Bukova. Altre produzioni di rilievo sono il sisal, le arachidi, gli agrumi, gli ananassi e la palma da cocco. Le isole di Zanzibar e Pemba sono le principali aree mondiali di produzione di chiodi e olio di garofano. L’agricoltura di sussistenza produce miglio, sorgo, mais, manioca, patate dolci, frumento, patate, riso, sesamo. Tra le essenze forestali si segnalano il cedro, l’ebano e il bambù. Il sottosuolo racchiude giacimenti di oro. Il paese esporta produzioni agricole e minerali. Al largo dell’isola di Songo Songo si estrae gas naturale.

4. Popolazione. – Il paese ospita ancora migliaia di profughi fuggiti dalle zone di guerra, specialmente dal Burundi e dalla Repubblica Democratica del Congo. Il più numeroso gruppo etnico è quello dei Bantu (95%). I cristiani sono il 44%, i musulmani il 37%, gli animisti il 19%. Le lingue ufficiali sono l’inglese e lo swahili.

5. Sistema e apparato giudiziario. – Il sistema della giustizia si basa sulla Common Law britannica. Non è accettata la giurisdizione della Corte internazionale. La pena di morte è formalmente in vigore.

6. Difesa e Forze Armate. – Il personale militare ammonta a 27.000 addetti nel 2008, distribuiti in esercito per l’85,2%, Marina 3,7%, aviazione 11,1%.

Torna al Sommario.

Nessun commento: