aprile 28, 2010

Stati del mondo: 180. Uganda

16: Barbados ↔ 18: Belize
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z

• Confini: a N con il Sudan, a E con il Kenya, a S con la Tanzania, a SW con il Ruanda e a E con la Repubblica democratica del Congo.
• Il territorio ha una superficie di 241.551 kmq e una popolazione di 24.442.084 abitanti censiti nel 2002 e di 29.230.000 stimati nel 2008 con una densità di 121 ab./kmq. La capitale Kampala conta 1.420.000 abitanti nel 2007.
• Il territorio è costituito da un vasto altipiano che si innalza a W fino ai 5.109 m del Ruwenzori. Al paese appartengono parte del Lago Vittoria a S, dei laghi Edoardo e Alberto a W e interamente il Lago Kyota. Il fiume principale è il Nilo Bianco. Il clima è di tipo equatoriale, mitigato dall’altitudine.
• Membro di: Commonwealth, EAC, OCI, ONU, UA, WTO. Associato UE.
- Uganda Bureau of Statistics.

Vers. 1.0/15.4.10
Precedente/Successivo
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Note storiche. – 3. Economia. – 4. Difesa. – 5. Giustizia. – 6. Popolazione. –

1. Parametri principali. – Il presidente della repubblica, che è anche capo del potere esecutivo, è eletto a suffragio diretto con mandato di 5 anni. Il parlamentp è formato da 332 membri con mandato di 5 anni, di cui 213 eletti direttamente, più 104 rappresentanti delle categorie sociali (donne, militari, sindacalisti, giovani disabili) e 13 membri ex officio.

2. Note storiche. – Già possedimento del Regno Unito, l’Uganda è diventato indipendente nell’ambito del Commonwealth il 9 ottobre 1962. Il 9 dicembre 1963 è stata proclamata Repubblica. «Il centro-nord del Sudan, a maggioranza musulmana, è controllato da una giunta militare. Il sud, cristiano-animista, è in piena rivolta. Alla guerra civile che continua ad insanguinare il paese dall’epoca di Nimeiry, s’aggiungono la malnutrizione dovuta al sottosviluppo ed all’arretratezza agricola ed industriale, e le epidemie per mancanza d'infrastrutture sanitarie. Questo paese è uno dei più disastrati della Terra, sia sul piano materiale che morale» (Mariantoni, 1991)

3. Economia. – Il paese sta investendo nel miglioramento delle infrastrutture e nel sostegno di produzioni ed esportazioni. La bilancia commerciale rimane ancora ampiamente passiva. Nel 2005 FMI e Banca Mondiale hanno cancellato il debito estero del paese. L’agricoltura è il settore portante dell’economia, favorita dal clima e dalla fertilità dei suoli. L’Uganda è uno di maggiori produttori mondiali di caffè e tè, largamente esportati.

4. Difesa. – «Nel dicembre 2008, dopo il rifiuto di Joseph Kony, leader dell’esercito di resistenza di Signore (LRA), di firmare l’accordo di pace con il governo ugandese, gli eserciti di Uganda, Rep. Dem. del Congo e Sudan meridionale hanno lanciato un’offensiva per colpire le basi dei ribelli» (Calendario 2010).

5. Giustizia. – È in vigore la pena di morte.

6. Popolazione. – «Il tasso di crescita è tra i più elevati del mondo e rischia di vanificare gli sofrzi per ridurre la povertà del paese».

Torna al Sommario.

Nessun commento: