marzo 13, 2010

Risorse agricole, minerarie e manifatturiere: 1. Cereali.

Quadro globale

L’ordine di successione numerico qui dato è quello che si trova nel Calendario, suppongo per ordine di importanza o per convenzione. Traggo la definizione di Cereali da Wikipedia: «I cereali sono piante appartenenti alla famiglia delle graminacee coltivate per ricavarne chicchi e semi. Sono raccolti in grandissime quantità e in molti paesi in via di sviluppo rappresentano l'alimento principale nella dieta della popolazione umana. Per i paesi sviluppati, seppur non sia paragonabile a quello dei paesi in via di sviluppo, il consumo dei cereali nelle diete di tutti è presente in consistente quantità. La diffusa produzione è giustificata dalla facilità di coltivazione nonostante le condizioni ambientali spesso proibitive per tante altre colture. Ricchi di amido sono caratterizzati dall'altissima digeribilità e la facilità di conservazione, anche come farine, contribuisce a una più larga diffusione. A rendere ancora più facile oggi la produzione, oltre a alle caratteristiche naturali proprie dei cereali già elencate, si aggiunge anche l'introduzione di macchinari che velocizzano le operazioni di semina e raccolto. Il nome cereale deriva da Cerere (Ceres in latino) dea romana del raccolto e dell'agricoltura. Per estensione spesso si assimilano ai cereali altre piante erbacee coltivate e lavorate allo stesso modo». Questa ricerca prende avvio dal glorioso Calendario Atlante De Agostino, i cui dati sono ovviamente di uso pubblico quanti altri mai, per poi elaborare e sviluppare in modo autonomo gli stessi dati, integrati da altre fonti e aggiornati per quanto ci sarà possibile e ne avremo il tempo. Naturalmente, la nostra ricerca ha un taglio geopolitico e non meramente geografico o merceologico. Gli Stati infatti si fanno da sempre la guerra per appropriarsi delle risorse.

Vers. 1.0/13.2.10
Precedente/Successivo
Sommario: 1. Parametri principali. –

1. Parametri principali. – Vengono qui indicati di seguito dati aggregati è composti in una nuova rappresentazione tabellare, desunti dal Calendario 2010. Le tonnellate sono indicate senza l’abbreviazione in migliaia, propria del Calendario. Per le produzioni non ci si limita ai 20 maggiori produttori, ma si riportano in elenco i dati disponibili per ogni Stato, indicando le importazione (I) e le esportazioni (E) per singolo prodotto per l’anno disponibile. Il dato tabellare si riferisce ad una produzione globale nel MONDO stimata in 2.351.396.000 di tonnellate nel 2007.

Mondo = 2.351.396.000 t = 2007
L’anno si intende sempre 2007 se non diversamente specificato.
Cina
460.353.000


USA
414.066.000
Im$: 2.957.378.00008
Ex$: 28.948.701.00008
India
252.121.000


Russia
80.496.000

E: 3.254.54208
Indonesia
69.430.000


Brasile
68.832.000


Francia
33.707.000

E: 9.638.66808
Canada
48.773.000

E: 8.277.66408
Bangladesh
44.669.000


Germania
42.295.000
I: 2.670.74308
E: 3.514.10608
Argentina
41.962.000

E: 6.771.82608
Viet Nam
39.881.000


Pakistan
35.553.000


Myanmar
33.720.000


Messico
32.362.000
I: 4.527.33808

Thailandia
31.702.000

E: 6.341.02808
Nigeria
30.850.000


Turchia
30.212.000


Ucraina
28.035.000


Italia (26°)
20.605.00008
I: 3.629.79508
E: 1.158.24408

Torna al Sommario.

Nessun commento: