marzo 28, 2010

Stati del mondo: 39. Cipro.

38: Cina ↔ 40: Colombia
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z


• Confini: Isola del Mediterraneo orientale al largo delle coste della Siria e della Turchia: è formata da due catene montuose che l’attraversano in direzione E-W separate da una pianura (la Mesaria) percorsa da brevi corsi d’acqua. Il clima è di tipo mediterraneo.
• Il territorio ha una superficie di 5.896 kmq e una popolazione di 689.565 abitanti censiti nel 2001, esclusa la popolazione della Repubblica turca di Cipro del Nord; e di 789.300 stimati nel 2008 con una densità di 134 ab./kmq. La capitale Nicosia conta 47.832 abitanti nel 2001, escluso il settore turco. L’agglomerato urbano conta 228.400 abitanti nel 2007.
• Membro di: Commonwealth, Consiglio d’Europa, EBRD, ONU, OSCE, UE, WTO.
- Statistiche ufficiali.


Vers. 1.2/31.5.10
Precedente/Successivo
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Note storiche. – 3. Economia. – 4. Difesa. – 5. Giustizia. – 6. Popolazione. –

1. Parametri principali. – Il presidente della repubblica, che è anche capo dell’esecutivo, è eletto a suffragio universale con mandato di 5 anni, al pari del parlamento (formato da 59 membri, di cui 3 in rappresentanza delle minoranze religiose).

Torna al Sommario.

2. Note storiche. – «L’isola di Cipro è diventata una repubblica indipendente con il trattato anglo-turco del 19 febbario 1959, che ha posto termine alla sovranità britannica. Il Cyprus Act del 1960 prevedeva una collaborazione istituzionale fra le due comunità greca e turca, ma già nel 1963 il vicepresidente, i ministri e i deputati turchi-ciprioti abbandonarono le istituzioni. Nel 1964 l’ONU dovette inviare nell’isola una missione che tuttavia non fu in grado di impedire il 17 luglio 1974 un colpo di stato della giunta militare allora al potere in Grecia. Ne seguì l’intervento militare della Turchia, che prese il controllo della parte settentrionale dell’isola dando vita alla Repubblica turca di Cipro del Nord. Nel 2004 è fallito un piano dell’ONU di riunificare l’isola: il referendum è stato infatti bocciato nella Rep. di Cipro (con il 75% di “no”) e approvato nella Rep. turca di Cipro del Nord (con il 64,9% di “si”). Così solo la repubblica di Cipro è entrata nella UE il 1° maggio 2004» (Calendario, 2010).


3. Economia. –

4. Difesa. – «La vittoria del Partito dell’unità nazionale (UBP), tradizionalmente favorevole a una soluzione che preveda la coesistenza di due stati sull’isola divisa dal 1974, nelle elezioni legislative nella Repubblica turca di Cipro del Nord hanno reso più complessa la strada verso la riunificazione dell’isola. I colloqui tra de due entità statuali sono comunque continuati» (Caldendario, 2010). La difesa militare spetta alla Guardia Nazionale. Nell’isola è presente una missione ONU di 925 effettivi e due basi militari britanniche (ad Akrotiri e Dhekelia) con circa 3.500 effettivi. Il personale militare ammonta a 10.000 addetti nel 2007 e le spese militari assorbono l’1,9 % del PIL.

5. Giustizia. –

6. Popolazione. – Dopo la spartizione del 1974 oltre 180.000 greci si sono trasferiti al sud dell’isola, mentre 50.000 turchi si sono diretti a nord. I gruppi etnici sono così costituiti: ciprioti 90.6 %, greci 2,5 %, inglesi, 1,7 %, altri 5,2 %. Si parla la lingua greca e il turco, entrambi lingue ufficiali. Gli ortodossi sono il 94,8 % della popolazione, i cattolici l’1,5 %, i cattolici maroniti lo 0,6 %, i musulmani lo 0,6 %, gli armeni lo 0,3 %, altri il 2,2 %.

Nessun commento: