marzo 23, 2010

Stati del mondo: 25. Brasile.

24: Botswana ↔ 26: Brunei
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z


È una repubblica federale con un territorio di 8.514.876 kmq ed una popolazione di 183.987.876 abitanti censiti nel 2007 e di 186.560.000 stimati nel 2008. Ha una densità di 22 abitanti per kmq. La capitale Brasilia ha una popolazione di 2.455.903 abitanti nel 2007 con un agglomerato urbano di 3.507.662 σεμπρε νελ 2007. Confina con quasi tutti gli stati dell’America meridionale. Indipendente dal Portogallo dal 7 novembre 1822, divenne repubblica nel 1889, adottando con la costituzione del 1891 una forma di governo presidenziale e un assetto federale. Il paese è composta da 26 stati e dal distretto federale di Brasilia.

Vers. 1.0/21.3.10
Precedente/Successivo
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Note storiche. – 3. Forma politica. - 4. Economia. – 5. Difesa. – 6. Giustizia. – 7. Popolazione. - 8. Religione.  – 8. Lingua e Letteratura. -  9. La posizione sulla Libia. –

1. Parametri principali. – Ognuno dei 26 stati ha proprie istituzioni amministrative, legislative e giudiziarie. Il presidente della repubblica, che è anche capo del governo, è eletto a suffragio universale. Accanto alle forze armate sono presenti corpi militari dei singoli stati, posti sotto il controllo dell’esercito. L’ordinamento giudiziario è basato sul sistema di diritto europeo. Le popolazioni autoctone sono ridotte a poche centinaia di migliaia. Nel 2004 è entrata in vigore la convenzione 169 dell’ILO sui popoli indigeni, che garantisce la protezione delle tribù e la tutela della loro cultura e tradizioni. Il Brasile è uno dei maggiori produttori ed esportatori mondiali di derrate agricole.

2. Note storiche.
3. Economia.
4. Giustizia.
5. Popolazione.
6. Difesa.

Torna al Sommario.

7. Posizioni sulla Libia. – L’articolo di cui al link offre una panoramica della visita di Obama nei paesi dell’America Latina proprio mentre era in corso l’aggressione alla Libia ovvero l’«omicidio mirato» di Geddafi. La posizione del nuovo presidente brasiliano sembra diversa da quella di Lula. Il Brasile ha bisogno degli USA per essere promosso a membro permanente del Consiglio di sicurezza. Inoltre vi sono sul piatto della bilancia una serie di interessi commerciali.

Nessun commento: