marzo 21, 2010

Stati del mondo: 15. Bangladesh.


14: Bahrein ↔ 16: Barbados
a b c d e f g h i k l m n o p r s t u v y z
• Confini: Il Bangladesh confina a W, a N e a NE con l’India e a SE con il Myanmar. A S si affaccia al Golfo del Bengala con un’immensa pianura costituita dalle alluvioni dei fiumi Gange, Brahmaputra-Jamuna, Tista e Surna-Meghna.
È una repubblica indipendente del Commomwealth, nata da una scissione del Pakistan proclamata il 26 marzo 1971 e di cui costituiva la regione orientale, inframmezzata dal territorio indiano. Ha una superficie di 147.570 kmq e una popolazione di 129.247.233 abitanti censiti nel 2001 e di 146.020.000 stimati nel 2008. Ha una densita altissima di 990 abitante per kmq. La capitale è Dacca con 6.737.774 abitanti nel 2007. Se si considera anche il suo agglomerato urbano la popolazione sale a 12.295.728 nel 2007.

Vers. 1.0/21.3.10
Sommario: 1. Parametri principali. – 2. Ratifica dello statuto della Corte Penale Internazionale. - Conseguenze del riscaldamento globale sul territorio del Bangladesh- –

1. Parametri principali. – Il Bangladesh è tra i paesi più densamente popolati del mondo. Esiste una politica per il contenimento della natalità. Le esportazioni del settore tessile e le rimesse degli emigrati mantengono un buon tasso di crescita economica, ma sovrappopolazione, estesa corruzione, calamità naturali e carenze infrastrutturali rimangono problemi insoluti. Lo sviluppo dell’agricoltura è ostacolata dall’elevata frammentazione della proprietà fondiaria e dall’irregolare regime delle acque. La principale coltura industriale è quella della iuta. La risorse naturali comprendono petrolio, gas e sale. Nell’ultimo decennio, in seguito a ingenti flussi di investimenti stranieri, ha avuto grande sviluppo l’industria tessile e delle confezioni, indirizzata all’esportazione.

Torna al Sommario.

2. Ratifica dello statuto della Corte Penale Internazionale. – «Salgono a 111 i paesi che hanno riconosciuto la giurisdizione del tribunale internazionale permanente - Il Bangladesh ha ratificato lo Statuto di Roma, il trattato fondativo della Corte Penale Internazionale (Cpi). Un comunicato della Cpi ha indicato che lo Statuto entrerà in vigore in Bangladesh a partire dal primo giugno. Il presidente della Corte, il sudcoreano Sang-Hyun Song, ha sottolineato che il Bangladesh diventa così il primo stato dell'Asia meridionale ad aderire al trattato. Con la firma del governo di Dhaka, diventano 111 gli stati che hanno riconosciuto la giurisidizione della Corte. La Cpi, entrata in funzione nel 2002 all'Aja, è il primo tribunale internazionale permanente incaricato di giudicare gli autori di crimini contro l'umanità, crimini di guerra e genocidio» (Fonte). ||

Torna al Sommario.

3. Conseguenze del riscaldamento globale sul territorio del Bangladesh. – Per circa 30 anni India e Bangladesh si contendevano la sovranità su una piccola isola di nome New Moore. Il problema è stato ora risolta dalla natura. L’innalzamento delle acque del mare ha fatto scomparire l’isola. Non è la sola situazione del genere. «Il Bangladesh, una nazione di 150 milioni di persone, è uno dei Paesi più colpiti dal riscaldamento globale. Le stime parlano dell 18 per cento del litorale del Bangladesh che sarà sommerso e 20 milioni di persone sfollate se i livelli del mare si alzeranno di un metro entro il 2050, come previsto da alcuni modelli climatici. Nonostante l’isola sia stata sommersa e le altre limitrofe siano a rischio, India e Bangadlesh, invece di pensare ad arrestare il cambiamento climatico, continuano a bisticciare per qualcosa che tra qualche anno non esisterà più: isole e isolette del Sunderbans» (Fonte: Huffungtonpost).

Nessun commento: